Come saranno gli uffici del futuro? Ce lo illustra Luca Brusamolino, CEO di Workitect

Luca Brusamolino

«Gli uffici del futuro saranno verosimilmente dispersi in varie zone e saranno probabilmente più simili a dei co-working».

Luca Brusamolino


Lo spazio fisico di lavoro ha influenza sulla produttività, sull’efficienza e sui ritmi di un’azienda. Abbiamo posto qualche domanda a Luca Brusamolino, CEO di Workitect, azienda che si occupa di Smart Working e Progettazione uffici, che ci ha spiegato la relazione che lega la produttività aziendale agli spazi degli uffici.

Efficiente non vuol dire più piccolo! L’employee experience prima di tutto.

Ridurre i metri quadri disponibili per ogni dipendente ottimizzando gli spazi, non porta sempre benefici alle imprese. È quello che ci racconta Luca Brusamolino, CEO di Workitect e autore del libro “Lo smart working comincia dall’ufficio”.

«Una volta sono andato in un’azienda per una consulenza e mi hanno detto che l’unico giorno in cui tutti sono presenti in ufficio è quello in cui offrono il pranzo. Un ufficio non abitato non funziona, anche se è stato progettato nel migliore dei modi. Per questo serve dare alle persone la giusta motivazione per andare in ufficio».

Motivazione, certo, ma come si convince una persona a rinunciare alle comodità di casa?

«Il modo migliore per misurare l’esperienza degli impiegati è ascoltarli. Il metodo che abbiamo progettato, in particolare, parte dall’ascolto e prevede tre fasi: analytics, survey e focus group. Attraverso le analytics abbiamo un’idea dei KPI raggiunti relativi agli spazi, all’organizzazione e, più in generale, alle persone. Le survey permettono di raccogliere le opinioni e indagare sul grado di soddisfazione generale.
I focus group, infine, incentivano il dialogo e l’avanzamento di proposte»

Un necessità ricorrente è certamente la personalizzazione.

Se un tempo personalizzare l’ufficio significava poco più che  portare delle fotografie per la propria scrivania, con la graduale scomparsa degli spazi individuali la personalizzazione è diventata più legata all’esperienza: quando e dove lavorare, se andare in ufficio o meno… le persone cercano insomma spazi più flessibili, dentro e fuori dall’azienda.

Cosa piace e cosa non piace ai dipendenti del proprio ufficio?

«I punti più critici riportati più spesso sono le temperature e il rumore, e in generale, tutto ciò che disturba fisicamente. Gli aspetti positivi più frequenti, invece, sono legati al buonumore associato a determinati spazi: stanze dove potersi concentrare, sale riunioni adeguate, luoghi per la collaborazione o altri elementi di contesto come le piante da ufficio».

Com’è fatto uno spazio di lavoro ideale?

Ad oggi, i dipendenti si spostano molto all’interno del proprio ufficio e questa necessità va tradotta in uno spazio flessibile, modulabile. 

<<Un’azienda medio grande dovrebbe avere uno spazio pensato per le attività individuali, dove c’è silenzio e possibilità di concentrarsi, e uno spazio condiviso per le attività in collaborazione. Anche i servizi sono importanti: sia quelli adiacenti all’ufficio come un bar, sia quelli interni come un angolo per lo svago>>.

 Sono questi gli spazi che possono fare la differenza tra un ufficio popolato, e quindi efficiente, e uno che non viene frequentato. 

«Nelle città più grandi, è sempre più diffusa la tendenza ad istituire spazi virtuali più piccoli ramificati nel territorio. Questi spazi sono pensati per far incontrare i collaboratori, anche in gruppi più piccoli a seconda di dove abitano».

Negli anni ’80 gli uffici erano un susseguirsi di gabbiotti singoli e strettissimi, poi sono arrivati gli open space. Come cambiano gli spazi di lavoro nel tempo?

Lo spartiacque più recente e decisivo nell’evoluzione dell’architettura dell’ufficio è stata ovviamente la pandemia. Prima della pandemia la tendenza dell’architettura dell’ufficio era verso il desk-based office: i dipendenti svolgevano l’80% delle proprie attività presso la propria postazione. In un passato non troppo remoto, gli uffici erano strutturati in maniera modulare in base al livello gerarchico con scrivanie condivise per i dipendenti e uffici singoli, ampi e spaziosi per i dirigenti. L’origine di questa scelta è da individuare nella convinzione che un open space condiviso generi più collaborazione tra pari. Questa convinzione si è poi rivelata inesatta soprattutto in tempi di pandemia, con l’aumento delle videochiamate perché un collaboratore in call disturba gli altri che hanno bisogno di concentrazione. 

«Degli spazi simili garantiscono poca possibilità di evasione, se si pensa che prima della pandemia gli uffici venivano progettati con poche sale riunioni grandi. I manager, al contrario, erano smart workers anche prima della pandemia: si spostavano molto di più rispetto ai dipendenti, sia all’interno che all’esterno degli uffici»

Parlando di evoluzione degli spazi fisici, in passato un ufficio tipico era costituito al 75% da postazioni scrivanie e al 25% da sale riunioni, o, più in generale, spazi condivisi, come aree break, bar, spazi svago. Gli spazi condivisi sono poi aumentati, infatti le proporzioni tra postazioni scrivania e aree comuni si sono spostate per un 50/50 nello stesso edificio adibito a spazio di lavoro, mentre dopo la pandemia le postazioni individuali sono calate al 30%, contro un 70% di postazioni condivise. 

Sulla base di questa evoluzione, come saranno gli uffici del domani? Una serie di spazi aperti e una serie di loculi per call?

L’ufficio è sia veicolo di un comportamento che risposta a un’esigenza. Il lavoro ibrido oggi è polarizzato tra lo smart working – con le comodità di casa – e un ufficio rumoroso, in cui i colleghi chiedono di fare silenzio mentre sono in call.

«Gli uffici del futuro saranno verosimilmente dispersi in varie zone e saranno probabilmente più piccoli, condivisi con più realtà, più simili a dei co-working».

Da questa preziosa intervista abbiamo imparato che, poiché il lavoro è sempre più ibrido, anche gli spazi dovrebbero adattarsi e diventare a loro volta sempre più ibridi.

Ti piacerebbe impostare analisi interne alla tua azienda per misurare il livello di soddisfazione dei dipendenti verso gli spazi di lavoro a loro dedicati?I nostri HR Expert  hanno la soluzione migliore per te! Siamo esperti di misurabilità degli obiettivi e di digitalizzazione dei processi delle risorse umane. In un unico punto di accesso ti offriamo un sistema in cloud dove impostare i KPI a misura della tua azienda. Contattaci per una demo gratuita!

Cos'è hrtools

Il tuo strumento di lavoro
fatto da veri esperti di HR

8 soluzioni concrete e veloci per gestire i tuoi processi di lavoro

Niente più fogli di excel, documenti introvabili e informazioni incomplete: con hrtools è tutto in un posto solo e lo puoi integrare con i gestionali paghe e presenze.

People & Organization

Gestisci la struttura organizzativa e i dati di tutte le persone, tenendo traccia della loro storia all’interno dell’azienda

Le funzionalità

  • Profilo Personale
  • Job Description
  • Mansionario
  • Organigramma
  • Documentazione
  • Tavole di Rimpiazzo

Recruiting

Gestisci le campagne di selezione in modo strutturato, riduci il time to hire ottimizzando l’intero processo. Collega HRTools all’area “Lavora con noi” del tuo sito.

Le funzionalità

  • Database Candidati
  • Filtri di ricerca avanzati
  • Collegamento all’area Lavora con Noi
  • Gestione dei colloqui
  • Schede di valutazione dei candidati

Talent & Performance

Valorizza il patrimonio di conoscenze e di competenze presenti in azienda. Digitalizza i processi di valutazione del personale

Le funzionalità

  • Flusso di valutazione personalizzabile
  • Editor di questionari con oltre 40 item combinabili
  • Valutazione basata su Skill Matrix e mansionario
  • Assegnazione e valutazione obiettivi
  • Alert automatici di processo
  • Analytics di performance

MBO, premi e incentivi

Abbiamo creato un software che gestisce l’intero processo ed elimina tutte le operazioni manuali, così tu potrai dedicarti al 100% alle persone.

Le funzionalità

  • Libreria di obiettivi quantitativi e qualitativi
  • Modalità di calcolo dei premi personalizzabile
  • Assegnazione massiva degli obiettivi o delegata ai manager
  • Parametri di riproporzionamento
  • Stampa personalizzabile in PDF
  • Reportistica completa

Reward

Pianifica la politica retributiva della tua azienda e gestisci i processi di salary review con equità e merito

Le funzionalità

  • Job Grading
  • Benchmark
  • Dinamica Retributiva
  • Merit Matrix
  • Sincronizzazione con il gestionale paghe
  • Costruisci il tuo modello di Salary Review

Compensation Management

Pianifica gli stipendi in base al mercato e ai risultati raggiunti.

Gestisci la Salary Review con un processo semplice e flessibile. Calcola il tuo budget HR considerando tutti gli aspetti del costo del lavoro.

Le funzionalità

  • Revisiona gli stipendi di tutta l’azienda
  • Assegna le ricompense con equità
  • Basato su Job Grading e Merit Matrix
  • Offre una visione di insieme
  • Rende facile condividere, approvare, modificare
  • Alert automatici
  • Report e analytics

Learning

Genera valore attraverso la creazione e la gestione di un’Academy aziendale. Rileva i fabbisogni formativi, crea il Piano di Formazione e monitora l’erogazione dei corsi, l’efficacia formativa e le scadenze.

Le funzionalità

  • Piani Formativi
  • Scadenzario
  • Gradimento dei corsi
  • Academy aziendale
  • Richieste formative
  • Collegamento con LMS tramite API

Safety

Migliora l’efficacia e l’efficienza dei meccanismi di compliance della tua azienda alle normative sulla sicurezza. Monitora e gestisci i fattori di rischio, i DPI richiesti e le visite mediche dei tuoi dipendenti

Le funzionalità

  • Fattori di rischio
  • Gestione DPI
  • Visite mediche
  • Scadenzario
  • Organigrammi sicurezza
  • Onboarding

DocFlow Manager

Crea, distribuisci e raccogli firme digitali per i documenti aziendali.

Le funzionalità

  • Area News
  • My Task
  • Personal Profile e Team
  • Richieste formative
  • Continuous Feedback
  • Diario di Bordo

OnBoarding

Semplifica e automatizza il processo di inserimento dei nuovi assunti Gestisce la distribuzione di pc, tablet, credenziali di accesso, buoni mensa e tutto il necessario ai nuovi arrivati 

Le funzionalità

  • Libreria di dotazioni aziendali
  • Workflow di consegne
  • Allineamento con gli altri reparti
  • Email alert
  • Gestione automatica calendario
  • Set di dotazioni

Ultimi articoli del blog

Job title efficaci: consigli ed esempi pratici

Job title efficaci: consigli ed esempi pratici

Conosciamo bene il problema: riassumere tutte le sfumature di una posizione lavorativa in un job

Come organizzare le risorse umane? La nostra guida in 7 passi

Come organizzare le risorse umane? La nostra guida in 7 passi

Motivazione, presidio dei processi di gestione dei dipendenti, migliorare la produttività, creazione di logiche premianti,